Analisi dell'efficacia

Nel 2019 il Centro Studi ConsumerLab ha classificato oltre 800 Bilanci di Sostenibilità valutando, insieme a Consumatori appassionati di temi socio-economici, le migliori pratiche e i casi di successo delle attività non finanziarie realizzate dalle Imprese.
Confermando gli esiti di precedenti ricerche, è stato evidenziato come il sentiment dei Consumatori  non trovi la dovuta sintonia con una parte rilevante di queste attività non finanziarie.
ConsumerLab mette a disposizione delle Imprese questo imponente lavoro, confrontando le attività non finanziarie più ricorrenti, riportate nei Bilanci di Sostenibilità, con il sentiment dei Consumatori, per valutare quanto vengano soddisfatte le loro aspettative; fornisce anche idee e suggerimenti sulle attività non finanziare più efficaci a centrare la sensibilità del mercato, capaci di ottimizzare l’engagement, il reale interesse e la concreta partecipazione.
ConsumerLab lavora per rendere il Bilancio di Sostenibilità più utile, coinvolgente e accessibile; per dimostrare concretamente il vantaggio che le pratiche sostenibili di un’Impresa apportano al territorio (sistema ambiente-biodiversità), alla società (sistema istituzioni-comunità), al mercato (sistema produzione-consumo); senza autoreferenzialità e prestazioni di facciata; lavora infine per equilibrare le esigenze e gli interessi dei Consumatori con le prestazioni che generano valore condiviso e benessere diffuso nel medio e lungo termine.

I sentiment dei Consumatori sono costantemente monitorati attingendo a tre fonti primarie.
Il data base, costruito nella ultra ventennale attività di rapporti con il mondo consumeristico, è ordinato in 12 cluster d’interesse; si tratta di Consumatori che hanno partecipato alle interazioni  succedutesi negli anni e/o che hanno aderito alle ricerche di ConsumerLab; tutti hanno dimostrato interesse a ricevere informazioni e a rapportarsi costruttivamente con le Imprese, esprimendo in libertà i propri giudizi.
Il Social Set è animato da Consumatori autentici e motivati, esperti non professionali riconosciuti da ConsumerLab dopo una attività di interazione indipendente, costruita nel web; si tratta di native influencer accreditati presso loro follower o nei gruppi di discussione, che svolgono una attività divulgativa con una redemption elevata.
Il WOR – Web Opinion Reader, è un data mining semantico che monitorizza e aggrega le conversazioni estratte dai post pubblicati sui diversi social network e spazi web di interazione varia (CGM – Consumer Generated Media); un’immensa base dati (data lake) che si accumula ogni giorno via Internet. Il WOR filtra e organizza i dati anche per elaborare modelli predittivi del comportamento dei Consumatori determinando la ricorrenza di parole-chiave e sintetizzando specifiche tematiche nei flussi informativi. L’effetto immediato è una stima flash sulle aspettative (nowcasting) dei Consumatori attivi nel web (più curiosi e informati, comunque più influenti) per poi rilevare i sentiment necessari per capire i trend del mercato.

In definitiva ConsumerLab realizza analisi mirate per potenziare la qualificazione dell’Impresa attraverso il Bilancio di Sostenibilità, individuando quelle prestazioni che interessano maggiormente i Consumatori, per favorirne le scelte; più precisamente per orientare preventivamente la redazione del Bilancio focalizzando quelle pratiche sostenibili che favoriscono i Consumatori a considerare l’Impresa solida, per bene, lungimirante e generosa.