L'INDICE FUTURE RESPECT ALL’EXPO 2020 DUBAI
L’ITALIA LEADER NELLA SOSTENIBILITÀ

L’EXPO 2020 a Dubai vuole apportare un contributo speciale all’affermazione di un modello di sostenibilità e di economia circolare; intende valorizzare soluzioni per creare un futuro più sostenibile e dare spazio a esempi concreti per consentire alla regione meno sostenibile del mondo (l’area Me.Na.Sa., Middle East, North Africa, South Asia, abitata da 3,2 miliardi di persone, dove si prevedono, per i prossimi anni la maggiore crescita demografica del pianeta) di intraprendere un percorso di sviluppo rafforzando la propria capacità di entrare in un futuro più equo e sicuro.

CONSUMERLAB presenterà (in analogia con l’esperienza di EXPO 2015 a Milano) un documento per raccontare storie esemplari di Imprese italiane estratte dall’Indice FUTURE RESPECT, tanto per la governance Sostenibile quanto per la produzione impostata in Ecodesign.

Proponendo esempi significativi e concreti apriremo nuove prospettive e connessioni tra persone e idee; vogliamo anche contribuire al raggiungimento degli obiettivi, prima dell’EXPO 2020 poi dell’Agenda ONU 2030.

I Consumatori scelgono Imprese che rispettano il futuro, contraddistinte dal Riconoscimento Future Respect, inserite nell’Index 2019; un’Impresa rispetta il futuro quando sviluppa il suo Bilancio di Sostenibilità in maniera chiara ed efficace, dimostrando sensibilità al bene comune, attenzione all’interesse generale e attitudine alla coesione sociale.
In base alle informazioni raccolte dai Bilanci di Sostenibilità del 2017 i Consumatori hanno scelto, tra i 529 in archivio, i 40 capaci di evidenziare come le Imprese siano le più rispettose del futuro, iscrivendoli nell’INDEX 2018.
Anche nel 2019, invitando i Consumatori a scegliere dall’archivio, che contiene 800 Bilanci di Sostenibilità 2018, verranno scelti i 40 capaci di evidenziare come le Imprese siano le più rispettose del futuro, iscrivendole nell’INDEX 2019.

I Consumatori scelgono Imprese che rispettano l’Ecodesign, preservando il FUTURO.
Produrre e consumare secondo una logica di Economia Circolare significa ottimizzare due innovazioni: culturale e tecnologica, non ancora compiutamente affermate; l’innovazione culturale deve rivedere i modi di consumare, quella tecnologica i metodi di produrre. Un’Impresa rispetta l’Ecodesign quando progetta e realizza prodotti che abbiano capacità di riciclo, che ottimizzino le possibilità di separazione, riparazione, rigenerazione, riutilizzo e riconversione; che mantengano cioè il più a lungo possibile il proprio ciclo di vita, evidenziando la circolarità in maniera misurabile.
Nella loro esperienza quotidiana i Consumatori sceglieranno quelle Imprese che si sono dimostrate rispettose dell’Ecodesign, iscrivendole nell’INDEX 2019.