News

L’OFFESA ALLA LIBERTÀ DI PENSIERO E AZIONE

By 17 Gennaio 2022 No Comments
17 Gennaio 2022

La pluralità e la diversità sono essenziali per una società viva, una esistenza interessante, una convivenza articolata. Sono deleterie quando seguono logiche insensate e dinamiche antagoniste. Quando credono nel non credere, negano senza verifiche realistiche, partecipano tra loro per non partecipare tra gli altri, rifiutano di appartenere alla maggioranza silenziosa e tranquilla che ha fede negli ideali consolidati, nella scienza, nella evidenza delle statistiche, nella guida di leadership. Rifiutano anche di dialogare, di aprire un confronto perché le loro tesi sono astratte o artefatte, senza riferimenti logici e condivisibili.

L’importante è esistere per essere contro, avere una presunta identità fuori dal gregge, godere di una visibilità costruita nel sentirsi liberi di pensare senza razionalità e buon senso; si tratta di esibizionismo autoreferenziale.

Siamo alla democrazia del caos, siamo alla frantumazione delle ideologie e dei principi che hanno governato il mondo nei secoli. Anche nei secoli ci sono state ribellioni e fazioni non allineate. Non avevano i social per connettersi, polarizzarsi in mille arcipelaghi, farsi imbambolare in massa da cattivi maestri e ciarlatani che speculano sulle ingenuità delle persone. Quindi fanno rumore anche amplificato dalla possibilità di sostenere nel vuoto le loro tesi, anche pericolose; oltretutto alimentate da media professionali che cercano audience.

Non possiamo certamente ignorare il potere della finanza e delle multinazionali che condizionano tanto i media, quanto la scienza e pure la politica; diverso è dare per scontato che sono tutti speculatori senza scrupoli, preferire la protezione e la guida della magia nera e degli stregoni; la loro verità non va cercata e dimostrata perché è insita nelle loro convinzioni senza radici, costruita su mala informazione e disinformazione; gli altri che cercano la verità per dare un senso e un orizzonte alla propria vita sono vittime di cospirazioni dei poteri forti, il cerchio magico che governa il mondo.

Se ci sono problemi servono soluzioni; se si negano pure gli stessi problemi avanzandone avatrar misteriosi, non ci sono soluzioni.

C’è solo una giungla di pregiudizi e sospetti.

Un fatto è vero se ha visibilità mediatica; non importa se ha radici solide.

Il coesione sociale esiste se le persone sono ben disposte verso gli altri, nel rispetto reciproco, nella condivisione di obiettivi di responsabilità, ispirati dal buon senso.
Essere egoisti, significa essere concentrati su se stessi, diffidenti verso chi fa scelte motivate dalle autorità preposte alla guida del governo, beffeggiare chi ha fiducia nelle istituzioni scientifiche, ritenendo di saperne meglio, di detenere la verità e pretendendo di avere libertà individuale a scapito di quella collettiva.

Questo non è il modo di rivendicare la libertà di pensiero e azione, ma quello di offenderlo.