In evidenzaNews

RESOCONTO CONGRESSO FUTURE RESPECT – Terza parte

By 21 Giugno 2021 No Comments
21 Giugno 2021

RESOCONTO CONGRESSO FUTURE RESPECT, IMPRESE SOSTENIBILI, PRATICHE A CONFRONTO. PARTE TERZA

La maggioranza dei Cittadini Consumatori è scettica sul reale impegno delle Imprese per la trasformazione sostenibile, mentre circa due terzi vorrebbe che lo fossero maturando l’idea che le scelte di acquisto nel tempo saranno fortemente influenzate dalla valutazione dei loro impatti sulla società; sempre la maggioranza dei Cittadini Consumatori non è impegnato per l’affermazione degli obiettivi dello sviluppo sostenibile e non ritiene sincera e trasparente la comunicazione delle Imprese e la relazione che intrattengono con il servizio clienti.

In definitiva c’è molto da fare, molto più di quello che si dice; il PNRR pare quindi che non abbia una base sufficientemente solida per attrarre la partecipazione attiva e consapevole dei Cittadini Consumatori. Tutte le pratiche presentate sono esemplari per la trasformazione sostenibile, messe a vantaggio di tutti. Alcuni esempi: Coldiretti, presenta un’innovazione per rendere sostenibile la zootecnia, Aboca illustra il percorso di trasformazione in Società Benefit, la sostenibilità come elemento di competitività; Banca Mediolanum, la responsabilità verso i clienti e le nuove generazioni; Caes, l’assicurazione mutualistica in una società che cambia; Ferrero, biometano dai residui organici di produzione; Esselunga, l’educazione alimentare per acquisti consapevoli; Oleificio Zucchi, il percorso d’innovazione dalla sostenibilità aziendale alla sostenibilità di prodotto; Asdomar, la sostenibilità al centro; De Cecco il significato del suo “metodo” tra tradizione-innovazione; Mercatino, i boschi “Mercatino franchising” dalla CO2 all’ossigeno; Alfasigma; solidarietà locale e responsabilità globale; FNM, la mobilità al servizio del lavoro, Le FayResort, la sostenibilità al centro di un progetto turistico di eccellenza; Oleificio Coricelli, sostenibilità e imprese familiari. Altri interventi significativi: PROCTER&GAMBLE, azioni per una ripresa sostenibile; YAMAMAY, strategie di Eco-Design; GRANAROLO, la sostenibilità di una filiera del latte italiano; ETICA SGR, pionieri della finanza etica; ILLY CAFFÈ, il sistema produttivo per un’economia sostenibile circolare; FERRARELLE, il legame naturale con la Responsabilità Sociale d’Impresa; ECOLBIO, l’oro bianco dei Maya; WINNIE’S, la filosofia verde, dalla biodegradabilità all’autonomia energetica rinnovabile.

Le proposte di solidarietà, per la coesione e l’equità sociale, presentate dalle diverse Onlus/Fondazioni presenti, forniscono opportunità di impegni mirati per risultati consolidati di successo. I contributi degli Enti di ricerca completano la portata innovativa del Congresso.

Esempi che spiegano come oggi sia indispensabile che le imprese contribuiscano al miglioramento e allo sviluppo socioeconomico delle comunità in cui operano. Si tratta di abbracciare una prospettiva di lungo periodo che includa nel loro business il coinvolgimento di tutti gli “stakeholder“, chi sta nell’ambito dell’attività produttiva, secondo un approccio inclusivo e trasparente.

Il Congresso vuole partire dalla realtà per dare un contributo effettivo alla trasformazione sostenibile dello sviluppo nazionale.